Sarde panate negli anacardi cotte al forno

Una nuova ricetta di una mia paziente.
Consiglio sempre il consumo di pesce di piccola taglia, come le sarde, in quanto vivendo per un periodo ridotto hanno meno tempo per accumulare elevate quantità di inquinanti del mare.

Tra questi ho citato alcuni nel mio libro: Nutriamo la Fertilità (clicca qui per l’acquisto) nel capitolo relativo ai disregolatori endocrini facenti parte ormai del nostro mare come il Mercurio (di cui ho parlato anche qui e qui).


Procedimento:


Dopo aver tritato una o due manciate di anacardi nel mixer, impanare le sarde pulite e aperte.
Metterle su una leccarda con carta da forno.
Un filo d’olio sopra per circa 10 minuti in forno!

Mi ha scritto soddisfatta “le sarde oltre ad essere molto economiche, a 31anni ho scoperto essere anche buonissime!”

Ecco la foto di un’altra mia paziente che ha preso spunto da questo articolo per il suo pranzo!
Sono davvero contenta che il tempo che dedico sui social e sul mio blog sia utile sia per le mie pazienti che per coloro che si affacciano al mondo della fertilitynutrition o della nutrizione finalizzata alla propria fertilità e all’equilibrio ormonale e che cominciamo a fare piccoli passi grazie ai miei consigli *social*

Le sarde sono piccoli pesci con un basso contenuto di disregolatori endocrini e ricche di omega3 e di acidi grassi”buoni”, fondamentali per formare gli ormoni, e contenuti anche negli anacardi *da non sottovalutare in caso di patologie autoimmunitarie o sensibilità all’istamina contenuta negli alimenti*

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *