In questo periodo particolare di quarantena le domande che mi pongono più frequentemente sono quelle relative al supporto alimentare per il sistema immunitario.

A tal proposito ho dedicato una serie di post sui miei profili Social che pongono in risalto alcuni micronutrienti e alcune vitamine fondamentali per la funzionalità del sistema immunitario.

Tuttavia ci tengo a precisare (come scritto anche qui) che non è il singolo nutriente a fare la differenza, quindi non è importante la *sola* integrazione, ma è fondamentale l’interazione del singolo micronutriente o vitamina con l’alimento in cui sono presenti e con gli alimenti che costituiscono la nostra alimentazione giornaliera.

Per cui di seguito elencherò tutti i micronutrienti e le vitamine che sostengono la funzione, già presente in natura e sin dalla nascita, di difesa e “di scudo” svolta dal nostro sistema immunitario (di cui ho parlato qui).

Quali sono i nutrienti fondamentali per il sistema immunitario?

Vitamina C

La Vitamina C, è un importante antiossidante, sia per la qualità degli ovociti che per la qualità spermatica (ne ho già parlato qui e qui), in quanto riduce il danno determinato dallo stress ossidativo ma soprattutto sostiene l’azione del sistema immunitario (in particolare in corso di infezioni acute ma anche croniche).
A differenza della sola integrazione della Vitamina C (di cui ho parlato qui) , con dosaggi differenti in base al caso specifico, la natura offre una tipologia di Vitamina C diversa, da quella fornita degli integratori, ma che è più facile da assorbire per il nostro corpo, in particolare per lo stomaco, essendo associata ai bioflavonoidi, presenti nel succo delle arance. Inoltre la Vitamina C è idrosolubile, quindi non è presente nelle forme di riserva del nostro corpo, determinando la necessità di assumerla dall’esterno mediante il cibo.

Quali sono gli alimenti più ricchi di Vitamina C?

  • Arance
  • Kiwi
  • Cavolfiore
  • Broccoli
  • Cavolo
  • Limone
  • Prezzemolo
  • Pompelmo (attenzione da non assumere con alcuni farmaci, ne riduce l’assorbimento del principio attivo)
  • Pomodori
  • Ciliegie
  • Fragole
  • Frutti tropicali come il Capsicum o Peperoncino tropicale e la Guava

Vitamina D

Gli ultimi studi scientifici evidenziano una stretta correlazione tra la Vitamina D e il sistema immunitario, perciò non solo è fondamentale in condizioni patologiche di autoimmunità (di cui ho parlato qui) ma anche per supportare il sistema immunitario nella modulazione dei linfociti T (leggi qui) e soprattutto nel primo trimestre di gravidanza, o pre e post transfer, in cui un’iperattività del sistema immunitario può determinare un vero e proprio rigetto dell’embrione (ne ho pagato qui).
Infine ha una relazione anche con l’Endometriosi, ne ho parlato abbondantemente qui.


Quali sono le fonti naturali di Vitamina D?
La principale fonte di Vitamina D, come tutti sanno, proviene dalla nostra esposizione alla luce solare (per approfondire leggi qui).
La sua attivazione e produzione avviene a carico del fegato e dei reni, per cui è importante supportare la loro funzione dopo percorsi di PMA che hanno affaticato il fegato, la funzionalità può essere rallentata.


Quali alimenti la contengono?
La Vitamina D è presente in elevate quantità nell’olio di pesce, nel pesce grasso *ecco perché spesso consiglio le acciughe e le sarde che sono pesci piccoli e quindi con un minor contenuto di mercurio, disregolatore endocrino (di cui ho parlato anche nel mio libro), e il salmone, nel tuorlo delle uova, nel fegato di manzo o vitello, nel burro e nei funghi.

Selenio

Il selenio fa parte delle strategie immuno-nutrizionali in quanto è fondamentale per produrre il glutatione, a sua volta necessario sia per la funzionalità del sistema immunitario, (in particolare il selenio sembra supportare la risposta contro l’infezione da virus) e sia per l’azione di detossificazione del corpo da inquinanti e interferenti endocrini, ambientali e alimentari ne ho parlato nel mio libro, disponibile in ebook e cartaceo.

È un antiossidante naturale che supporta il sistema immunitario ma ha anche un’azione fondamentale nel migliorare la qualità spermatica se associato anche all’N-acertilcisteina (NAC) e allo zinco in particolare la motilità, aiutando la formazione della testa dello spermatozoo, e del colletto, li dove sono presenti i mitocondri ossia le centrali elettriche che garantiscono il movimento (ne ho parlato qui e qui).
Nelle donne è utile per supportare anche la funzionalità della tiroide, spesso infatti consiglio l’integrazione con zinco e selenio, sia nella donna che nell’uomo, poiché sono un’accoppiata vincente, visti i movimenti “ballerini” che subisce anche sotto stimolazione incrementando il valore del TSH!


Quali alimenti lo contengono?

  • Noci
  • Noci del Brasile (mi raccomando alle quantità)
  • Semi di girasole e di chia nel prossimo libro troverete anche il pudding di chia
  • Pesce (sardine)
  • Uova
  • Carne bianca
  • Riso integrale
  • Verdura a foglia verde
  • Funghi

Vitamina A

Meno conosciuta come vitamina essenziale per il sistema immunitario ma più per il suo ruolo protettivo per la funzionalità visiva.

La Vitamina A è scissa in retinol e carotenoidi, in particolare il Beta-carotene è convertito in Vitamina A nell’intestino in modo da svolgere la sua funzione di supporto per la vista, il sistema immunitario e anche la funzionalità riproduttiva.

*Attivando le cellule B e T, leggi qui, nella forma biologicamente attiva ossia come Retinoidi*

Quali alimenti la contengono?

  • Carote
  • Albicocche
  • Zucca
  • Patate dolci
  • Spinaci
  • Melone Cantalupo
  • Broccoli
  • Fegato
  • Latticini

Quercetina

É un flavonolo che agisce come antiossidante ma in particolare lavora in maniera sinergica con la Vitamina C, favorendone l’assorbimento a livello intestinale *motivo per cui è fondamentale l’interazione con gli altri elementi presenti nel cibo*. È fondamentale nelle risposta immunitaria che coinvolge le allergie stagionali, aiutando l’eliminazione del muco presente nelle vie respiratorie.

Quali alimenti la contengono?

  • Aglio *potete antibatterico naturale*
  • Olive
  • Cavolo
  • Lattuga
  • Mela
  • Pomodori
  • Broccoli
  • Gingko baloba

Anche la curcuma e i funghi in particolare shiitake e maitake sono fondamentali per supportare il sistema immunitario.

Sostenere il microbiota intestinale

Infine considerando che l’80% del sistema immunitario è presente nell’intestino *di cui ho parlato qui* è importante valutare gli alimenti che supportano il microbiota intestinale come:

  • brodo di ossa
  • alimenti e integratori pre-biotici
  • alimenti e integratori pro-biotici

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *